INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Svolgimento di attività lavorative durante il periodo di congedo per gravi motivi familiari

Corte di Cassazione, 15 giugno 2022, n. 19321

data: 15.07.2022
Area: Diritto del Lavoro

È legittimo il licenziamento disciplinare irrogato al dipendente che, durante un periodo di congedo concesso per gravi motivi familiari, viene trovato a svolgere un’altra attività lavorativa anche se riconducibile all’impresa della moglie per la quale si presta assistenza (nella specie il lavoratore era stato trovato a svolgere attività relativa ai servizi di pulizia riconducibili all’impresa di cui la moglie era titolare).

La Cassazione ha confermanto la legittimità del licenziamento irrogatogli, nel presupposto che si rientra in ipotesi di inadempimento di notevole entità laddove in un periodo di congedo – in cui l’assenza dal servizio è giustificata sulla base di motivazioni gravi che impediscono di svolgere la normale prestazione – si svolga una diversa attività lavorativa.

Svolgimento di attività lavorative durante il periodo di congedo per gravi motivi familiari

Corte di Cassazione, 15 giugno 2022, n. 19321

data: 15.07.2022
Area: Diritto del Lavoro

È legittimo il licenziamento disciplinare irrogato al dipendente che, durante un periodo di congedo concesso per gravi motivi familiari, viene trovato a svolgere un’altra attività lavorativa anche se riconducibile all’impresa della moglie per la quale si presta assistenza (nella specie il lavoratore era stato trovato a svolgere attività relativa ai servizi di pulizia riconducibili all’impresa di cui la moglie era titolare).

La Cassazione ha confermanto la legittimità del licenziamento irrogatogli, nel presupposto che si rientra in ipotesi di inadempimento di notevole entità laddove in un periodo di congedo – in cui l’assenza dal servizio è giustificata sulla base di motivazioni gravi che impediscono di svolgere la normale prestazione – si svolga una diversa attività lavorativa.