INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Il consenso al trattamento dei dati è validamente prestato solo se libero, espresso e specifico

Corte di Cassazione, sentenza n. 17911/2022

data: 26.09.2022
Area: Data Protection e Privacy

Una società cooperativa rendeva pubbliche, anche a soggetti terzi, le performance lavorative dei dipendenti o soci-lavoratori, corredate da nomi e foto, e ciò al fine di attribuire loro un punteggio nell’ambito di un concorso interno.

La società sosteneva che il consenso per il suddetto trattamento dei dati era stato specificatamente prestato dai lavoratori attraverso l’approvazione del concorso interno da parte dell’assemblea dei soci.

Detta tesi è stata, tuttavia, respinta dalla Suprema Corte, che ha riaffermato il principio di diritto in forza del quale il consenso al trattamento dei propri dati personali è valido solo se specificatamente e volontariamente prestato.

Non è quindi legittimo far derivare il consenso a un dato trattamento da delibere assembleari adottate a maggioranza, anche se il soggetto interessato ha preso parte alla votazione.

Il consenso al trattamento dei dati è validamente prestato solo se libero, espresso e specifico

Corte di Cassazione, sentenza n. 17911/2022

data: 26.09.2022
Area: Data Protection e Privacy

Una società cooperativa rendeva pubbliche, anche a soggetti terzi, le performance lavorative dei dipendenti o soci-lavoratori, corredate da nomi e foto, e ciò al fine di attribuire loro un punteggio nell’ambito di un concorso interno.

La società sosteneva che il consenso per il suddetto trattamento dei dati era stato specificatamente prestato dai lavoratori attraverso l’approvazione del concorso interno da parte dell’assemblea dei soci.

Detta tesi è stata, tuttavia, respinta dalla Suprema Corte, che ha riaffermato il principio di diritto in forza del quale il consenso al trattamento dei propri dati personali è valido solo se specificatamente e volontariamente prestato.

Non è quindi legittimo far derivare il consenso a un dato trattamento da delibere assembleari adottate a maggioranza, anche se il soggetto interessato ha preso parte alla votazione.