INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Il Governo tedesco non si arrende: il progetto UPC continuerà

data: 10.04.2020
Area: Proprietà Intellettuale

Christine Lambrecht, Ministra della giustizia tedesca, ha rilasciato una dichiarazione in ordine alla recente decisione della Corte costituzionale federale tedesca che ha dichiarato la nullità della legge di ratifica dell’accordo per l’istituzione del Tribunale Unificato dei Brevetti (in inglese, Unified Patent Court – UPC). In particolare, Lambrecht ha garantito che il Governo federale tedesco continuerà, nonostante la sentenza sfavorevole, a lavorare per la realizzazione di tale progetto europeo. Nei prossimi mesi, il Governo valuterà la decisione della Corte ed esaminerà le possibilità di rimediare, entro la fine della presente legislatura (che cadrà nella seconda metà del 2021), al mancato rispetto delle formalità previste per l’approvazione della legge di ratifica. Una volontà forte, dunque, quella del Governo tedesco di addivenire finalmente alla realizzazione di un Tribunale unitario europeo competente in materia di brevetti.

La dichiarazione della Ministra tedesca ha raccolto anche la reazione favorevole del Presidente dell’EPO António Campinos, che l’ha considerata una conferma del fatto che il futuro raggiungimento di una maggioranza parlamentare sulla legge di ratifica dell’Accordo UPC è una possibilità non ancora sfumata.

Il Governo tedesco non si arrende: il progetto UPC continuerà

data: 10.04.2020
Area: Proprietà Intellettuale

Christine Lambrecht, Ministra della giustizia tedesca, ha rilasciato una dichiarazione in ordine alla recente decisione della Corte costituzionale federale tedesca che ha dichiarato la nullità della legge di ratifica dell’accordo per l’istituzione del Tribunale Unificato dei Brevetti (in inglese, Unified Patent Court – UPC). In particolare, Lambrecht ha garantito che il Governo federale tedesco continuerà, nonostante la sentenza sfavorevole, a lavorare per la realizzazione di tale progetto europeo. Nei prossimi mesi, il Governo valuterà la decisione della Corte ed esaminerà le possibilità di rimediare, entro la fine della presente legislatura (che cadrà nella seconda metà del 2021), al mancato rispetto delle formalità previste per l’approvazione della legge di ratifica. Una volontà forte, dunque, quella del Governo tedesco di addivenire finalmente alla realizzazione di un Tribunale unitario europeo competente in materia di brevetti.

La dichiarazione della Ministra tedesca ha raccolto anche la reazione favorevole del Presidente dell’EPO António Campinos, che l’ha considerata una conferma del fatto che il futuro raggiungimento di una maggioranza parlamentare sulla legge di ratifica dell’Accordo UPC è una possibilità non ancora sfumata.