INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

La brevettabilità della rappresentazione animata della ventilazione polmonare: una decisione della Corte suprema federale svizzera

data: 11.09.2020
Area: Proprietà Intellettuale

La Swiss Federal Suprem Court ha recentemente affrontato la questione se la rappresentazione animata della variazione di volume subita da un polmone sotto ventilazione contribuisca a risolvere un problema tecnico e, di conseguenza, se possa considerarsi brevettabile come invenzione. Nello specifico, il caso riguardava due società produttrici di ventilatori polmonari destinati alla terapia intensiva, della quali l’una era titolare di un brevetto registrato relativo a un “metodo e strumento per semplificare la cura di un paziente sottoposto a ventilazione meccanica”. Il contenzioso nasceva dalla presunta violazione di siffatto brevetto, ad opera di un ventilatore prodotto dalla società convenuta, caratterizzato dalla presenza di uno schermo che rappresentava una forma polmonare la quale, ad ogni cambiamento di volume dovuto alla respirazione del polmone ventilato, si modificava in maniera animata mostrando graficamente tale cambiamento.

Sul punto, la Corte ha affermato che la presenza di una singola caratteristica tecnica può ritenersi sufficiente per attribuire a un’invenzione natura tecnica: nel presente caso, la sola presenza dello schermo può dunque sortire questo effetto. Infatti, la presentazione delle informazioni sullo schermo aiuta effettivamente l’utente nell’esecuzione di un compito tecnico, il che secondo la Corte basta ad attribuire carattere tecnico a tale strumento di cognizione. Nello specifico, la Corte ha precisato che la rappresentazione animata dei cambiamenti subiti dal polmone ventilato fornisce senza dubbio delle informazioni sullo stato tecnico del ventilatore, perciò svolge un compito tecnico di assistenza dell’utente che lo utilizza.

A sostegno di queste considerazioni, la Corte ha richiamato la sezione G-II-3.7 delle Guidelines for Examination dell’EPO, secondo cui “a technical effect is considered credibly achieved if the assistance to the user in performing the technical task is objectively, reliably and causally linked to the feature. This would not be the case if the alleged effect depends on subjective interests or preferences of the user”.

In conclusione, la Corte ha dunque affermato la brevettabilità dell’invenzione.

La brevettabilità della rappresentazione animata della ventilazione polmonare: una decisione della Corte suprema federale svizzera

data: 11.09.2020
Area: Proprietà Intellettuale

La Swiss Federal Suprem Court ha recentemente affrontato la questione se la rappresentazione animata della variazione di volume subita da un polmone sotto ventilazione contribuisca a risolvere un problema tecnico e, di conseguenza, se possa considerarsi brevettabile come invenzione. Nello specifico, il caso riguardava due società produttrici di ventilatori polmonari destinati alla terapia intensiva, della quali l’una era titolare di un brevetto registrato relativo a un “metodo e strumento per semplificare la cura di un paziente sottoposto a ventilazione meccanica”. Il contenzioso nasceva dalla presunta violazione di siffatto brevetto, ad opera di un ventilatore prodotto dalla società convenuta, caratterizzato dalla presenza di uno schermo che rappresentava una forma polmonare la quale, ad ogni cambiamento di volume dovuto alla respirazione del polmone ventilato, si modificava in maniera animata mostrando graficamente tale cambiamento.

Sul punto, la Corte ha affermato che la presenza di una singola caratteristica tecnica può ritenersi sufficiente per attribuire a un’invenzione natura tecnica: nel presente caso, la sola presenza dello schermo può dunque sortire questo effetto. Infatti, la presentazione delle informazioni sullo schermo aiuta effettivamente l’utente nell’esecuzione di un compito tecnico, il che secondo la Corte basta ad attribuire carattere tecnico a tale strumento di cognizione. Nello specifico, la Corte ha precisato che la rappresentazione animata dei cambiamenti subiti dal polmone ventilato fornisce senza dubbio delle informazioni sullo stato tecnico del ventilatore, perciò svolge un compito tecnico di assistenza dell’utente che lo utilizza.

A sostegno di queste considerazioni, la Corte ha richiamato la sezione G-II-3.7 delle Guidelines for Examination dell’EPO, secondo cui “a technical effect is considered credibly achieved if the assistance to the user in performing the technical task is objectively, reliably and causally linked to the feature. This would not be the case if the alleged effect depends on subjective interests or preferences of the user”.

In conclusione, la Corte ha dunque affermato la brevettabilità dell’invenzione.