INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Adeguati assetti organizzativi e responsabilità degli amministratori

Tribunale Roma, 15 Settembre 2020. Pres. Di Salvo. Est. Bernardo

data: 23.04.2021
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

In tema di responsabilità degli amministratori, il Tribunale di Roma ha ritenuto responsabile l’amministratore che ometta del tutto di dotare la società di assetti organizzativi adeguati, non attivandosi in presenza di indici rivelatori di una stato di crisi ovvero di pre-crisi. Il Tribunale ha altresì stabilito che non è possibile considerare responsabile l’amministratore che abbia predisposto una opportuna struttura organizzativa, ritenuta tale a seguito di una valutazione ex ante, adeguata a verificare tempestivamente la perdita della continuità aziendale. Infine, il Tribunale non ha ritenuto responsabile l’amministratore che, constatato il venir meno della continuità aziendale, abbia posto in essere degli interventi successivamente rivelatisi inefficaci ad evitare l’aggravarsi della crisi, laddove questi non risultino manifestamente irrazionali ed ingiustificati, sempre a fronte di una valutazione ex ante.

Adeguati assetti organizzativi e responsabilità degli amministratori

Tribunale Roma, 15 Settembre 2020. Pres. Di Salvo. Est. Bernardo

data: 23.04.2021
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

In tema di responsabilità degli amministratori, il Tribunale di Roma ha ritenuto responsabile l’amministratore che ometta del tutto di dotare la società di assetti organizzativi adeguati, non attivandosi in presenza di indici rivelatori di una stato di crisi ovvero di pre-crisi. Il Tribunale ha altresì stabilito che non è possibile considerare responsabile l’amministratore che abbia predisposto una opportuna struttura organizzativa, ritenuta tale a seguito di una valutazione ex ante, adeguata a verificare tempestivamente la perdita della continuità aziendale. Infine, il Tribunale non ha ritenuto responsabile l’amministratore che, constatato il venir meno della continuità aziendale, abbia posto in essere degli interventi successivamente rivelatisi inefficaci ad evitare l’aggravarsi della crisi, laddove questi non risultino manifestamente irrazionali ed ingiustificati, sempre a fronte di una valutazione ex ante.