INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Emissione delle c.d. “obbligazioni perpetue” nelle S.p.A.

Consiglio Notarile di Firenze, massima n. 84 del 2022

data: 16.07.2023
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni2

Il Consiglio Notarile di Firenze evidenzia la legittimità, per una S.p.A., di emettere obbligazioni perpetue ibride subordinate (c.d. “bond”), vale a dire strumenti finanziari non convertibili in azioni, caratterizzati dalle seguenti peculiarità:

  • non conferiscono diritti amministrativi (salvo il voto nell’assemblea degli obbligazionisti);
  • sono rimborsabili solo al verificarsi di una causa di scioglimento della società o in caso di sottoposizione della società a una procedura concorsuale;
  • sono subordinate, quanto al rimborso del capitale e al pagamento degli interessi, alla preventiva soddisfazione degli obbligazionisti ordinari;
  • sono soggette al potere discrezionale della società di rinviare o decurtare il pagamento degli interessi;
  • l’emissione è deliberata dall’organo amministrativo, a meno che lo statuto non disponga diversamente.

Emissione delle c.d. “obbligazioni perpetue” nelle S.p.A.

Consiglio Notarile di Firenze, massima n. 84 del 2022

data: 16.07.2023
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

Il Consiglio Notarile di Firenze evidenzia la legittimità, per una S.p.A., di emettere obbligazioni perpetue ibride subordinate (c.d. “bond”), vale a dire strumenti finanziari non convertibili in azioni, caratterizzati dalle seguenti peculiarità:

  • non conferiscono diritti amministrativi (salvo il voto nell’assemblea degli obbligazionisti);
  • sono rimborsabili solo al verificarsi di una causa di scioglimento della società o in caso di sottoposizione della società a una procedura concorsuale;
  • sono subordinate, quanto al rimborso del capitale e al pagamento degli interessi, alla preventiva soddisfazione degli obbligazionisti ordinari;
  • sono soggette al potere discrezionale della società di rinviare o decurtare il pagamento degli interessi;
  • l’emissione è deliberata dall’organo amministrativo, a meno che lo statuto non disponga diversamente.