INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

I crediti di una società commerciale estinta non possono ritenersi rinunciati unicamente in ragione del fatto che non siano stati evidenziati nel bilancio finale di liquidazione

Cassazione civile, sez. III, 14 dicembre 2020, n. 28439. Pres. Vivaldi. Est. Rossetti

data: 15.01.2021
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

La Corte di Cassazione, con la pronuncia in esame, ha precisato che i crediti di una società commerciale estinta non possono considerarsi rinunciati solo in quanto omessi nel bilancio finale di liquidazione, salvo che la causa di tale omissione, in presenza di ulteriori circostanze, non possa essere individuata nella inequivocabile volontà della società di rinunciare a quei crediti. Sul punto, la Suprema Corte ha ritenuto che la remissione del debito, quale causa di estinzione delle obbligazioni, esige la manifestazione univoca della volontà del creditore di rimettere al debitore la sua obbligazione.

I crediti di una società commerciale estinta non possono ritenersi rinunciati unicamente in ragione del fatto che non siano stati evidenziati nel bilancio finale di liquidazione

Cassazione civile, sez. III, 14 dicembre 2020, n. 28439. Pres. Vivaldi. Est. Rossetti

data: 15.01.2021
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

La Corte di Cassazione, con la pronuncia in esame, ha precisato che i crediti di una società commerciale estinta non possono considerarsi rinunciati solo in quanto omessi nel bilancio finale di liquidazione, salvo che la causa di tale omissione, in presenza di ulteriori circostanze, non possa essere individuata nella inequivocabile volontà della società di rinunciare a quei crediti. Sul punto, la Suprema Corte ha ritenuto che la remissione del debito, quale causa di estinzione delle obbligazioni, esige la manifestazione univoca della volontà del creditore di rimettere al debitore la sua obbligazione.