INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

In caso di cancellazione dal registro delle imprese di una società a seguito del trasferimento all’estero della sede legale non trova applicazione l’effetto estintivo ex art 2495 c.c.

Cassazione civile, Sez. V, 6 agosto 2020. Pres. Bisogni. Est. Fichera

data: 27.11.2020
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

La Corte di Cassazione, con la sentenza in esame, ha precisato che l’effetto estintivo sancito dall’art. 2495 c.c. non opera nel caso del trasferimento all’estero della sede legale di una società, a cui poi segua la cancellazione della stessa dal Registro delle Imprese. Conseguentemente, nell’ambito dei rapporti fiscali della società, resteranno efficaci sia la titolarità passiva delle obbligazioni tributarie, sia la capacità della persona giuridica contribuente.

In caso di cancellazione dal registro delle imprese di una società a seguito del trasferimento all’estero della sede legale non trova applicazione l’effetto estintivo ex art 2495 c.c.

Cassazione civile, Sez. V, 6 agosto 2020. Pres. Bisogni. Est. Fichera

data: 27.11.2020
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

La Corte di Cassazione, con la sentenza in esame, ha precisato che l’effetto estintivo sancito dall’art. 2495 c.c. non opera nel caso del trasferimento all’estero della sede legale di una società, a cui poi segua la cancellazione della stessa dal Registro delle Imprese. Conseguentemente, nell’ambito dei rapporti fiscali della società, resteranno efficaci sia la titolarità passiva delle obbligazioni tributarie, sia la capacità della persona giuridica contribuente.