INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

La clausola statutaria con cui può essere disposta l’esclusione del socio inadempiente agli obblighi assunti è nulla per indeterminatezza

Tribunale Bolzano, 06 Maggio 2020. Pres. Maria Cristina Erlicher. Est. Paciolla

data: 13.06.2020
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

La clausola statutaria di una s.r.l. secondo cui può essere disposta l’esclusione del socio che risulti inadempiente agli obblighi assunti nei confronti della società è nulla per indeterminatezza. Infatti, a detta del Tribunale di Bolzano, la suddetta clausola non può considerarsi conforme alla previsione dell’art. 2473-bis c.c. secondo cui l’atto costitutivo può eventualmente prevedere specifiche ipotesi di esclusione per giusta causa del socio ma queste devono essere necessariamente chiare, anche al fine di prevenire la possibilità che queste siano soggette alla libera interpretazione di alcuni dei soci.

La clausola statutaria con cui può essere disposta l’esclusione del socio inadempiente agli obblighi assunti è nulla per indeterminatezza

Tribunale Bolzano, 06 Maggio 2020. Pres. Maria Cristina Erlicher. Est. Paciolla

data: 13.06.2020
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

Il beneficio previsto dagli artt. 2304 e 2315 c.c., attenendo alla garanzia del patrimonio del socio nei confronti del creditore sociale, opera stabilendo che il socio non possa essere chiamato a rispondere in sede esecutiva prima della società debitrice principale. Infatti, si presume che la società sia dotata di autonomia patrimoniale e ciò comporta che il creditore abbia l’onere di soddisfarsi preventivamente sul patrimonio di questa e, solo nel caso in cui sia rimasto insoddisfatto, di agire nei confronti dei soci.