INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

La dichiarazione di fallimento della società scissa deve essere pronunciata entro un anno dalla data di cancellazione dal registro delle imprese

Cassazione civile, sez. I, 19 Giugno 2020, n. 11984. Pres. Didone. Est. Amatore

data: 18.07.2020
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

Con la pronuncia in esame la Cassazione ha stabilito che in presenza di una scissione totalitaria di società si verifica un fenomeno di tipo successorio tra due soggetti distinti. In sostanza, la scissione totalitaria comporta la cancellazione dal registro delle imprese della società scissa con conseguente registrazione di due o più società nuove. In tali ipotesi, la Cassazione ha chiarito che per via dell’estinzione della società scissa, troverà applicazione la regola di cui all’art. 10 l.fall. per cui l’eventuale fallimento di quest’ultima potrà essere pronunciato entro un anno dalla data della sua cancellazione dal registro delle imprese.

La dichiarazione di fallimento della società scissa deve essere pronunciata entro un anno dalla data di cancellazione dal registro delle imprese

Cassazione civile, sez. I, 19 Giugno 2020, n. 11984. Pres. Didone. Est. Amatore

data: 18.07.2020
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

Con la pronuncia in esame la Cassazione ha stabilito che in presenza di una scissione totalitaria di società si verifica un fenomeno di tipo successorio tra due soggetti distinti. In sostanza, la scissione totalitaria comporta la cancellazione dal registro delle imprese della società scissa con conseguente registrazione di due o più società nuove. In tali ipotesi, la Cassazione ha chiarito che per via dell’estinzione della società scissa, troverà applicazione la regola di cui all’art. 10 l.fall. per cui l’eventuale fallimento di quest’ultima potrà essere pronunciato entro un anno dalla data della sua cancellazione dal registro delle imprese.