INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

La prevalenza dello scopo lucrativo su quello mutualistico consente di assoggettare alla procedura fallimentare anche le società cooperative, altrimenti escluse

Cassazione civile, sez. VI, 4 Febbraio 2019, n. 3202. Pres. Scaldaferri. Est. Dolmetta

data: 16.04.2020
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

Le società cooperative possono essere assoggettate alla procedura fallimentare solo nell’ipotesi in cui, a seguito di un’attenta analisi dei dati di bilancio, lo scopo lucrativo, oggettivamente incompatibile con la natura mutualistica, risulti nettamente prevalente. La Corte di Cassazione, con la pronuncia n. 3202 del 2019, ha precisato che, qualora emerga una sproporzione tra ricavi e costi di dimensioni tali da non poter giustificare la prevalenza dello scopo mutualistico, allora, la società cooperativa dovrà essere considerata un soggetto fallibile.

La prevalenza dello scopo lucrativo su quello mutualistico consente di assoggettare alla procedura fallimentare anche le società cooperative, altrimenti escluse

Cassazione civile, sez. VI, 4 Febbraio 2019, n. 3202. Pres. Scaldaferri. Est. Dolmetta

data: 16.04.2020
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

Le società cooperative possono essere assoggettate alla procedura fallimentare solo nell’ipotesi in cui, a seguito di un’attenta analisi dei dati di bilancio, lo scopo lucrativo, oggettivamente incompatibile con la natura mutualistica, risulti nettamente prevalente. La Corte di Cassazione, con la pronuncia n. 3202 del 2019, ha precisato che, qualora emerga una sproporzione tra ricavi e costi di dimensioni tali da non poter giustificare la prevalenza dello scopo mutualistico, allora, la società cooperativa dovrà essere considerata un soggetto fallibile.