INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Legittimazione straordinaria del socio in qualità di sostituto processuale della società nell’ambito dell’azione sociale di responsabilità ex art. 2393 bis

Cassazione civile, sez. I, 12 Maggio 2021, n. 12568. Pres. Scaldaferri. Est. Falabella

data: 23.07.2021
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

La Corte di Cassazione, con la decisione in commento, ha espresso un orientamento in tema di azione sociale di responsabilità, stabilendo che il socio che agisce in giudizio ex art. 2393 bis è munito di una legittimazione straordinaria. Riconducibile alla previsione di cui all’art. 81 c.p.c., in quanto assume la posizione di sostituto processuale della società. Quest’ultima potrà in ogni caso impugnare la sentenza sfavorevole al sostituto e spiegare, in sede di appello, le domande da lui proposte in primo grado, in virtù del fatto che i poteri processuali del socio sono correlati alla titolarità in capo alla società del diritto azionato, che non viene meno per effetto dell’iniziativa del sostituto.

Legittimazione straordinaria del socio in qualità di sostituto processuale della società nell’ambito dell’azione sociale di responsabilità ex art. 2393 bis

Cassazione civile, sez. I, 12 Maggio 2021, n. 12568. Pres. Scaldaferri. Est. Falabella

data: 23.07.2021
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

La Corte di Cassazione, con la decisione in commento, ha espresso un orientamento in tema di azione sociale di responsabilità, stabilendo che il socio che agisce in giudizio ex art. 2393 bis è munito di una legittimazione straordinaria. Riconducibile alla previsione di cui all’art. 81 c.p.c., in quanto assume la posizione di sostituto processuale della società. Quest’ultima potrà in ogni caso impugnare la sentenza sfavorevole al sostituto e spiegare, in sede di appello, le domande da lui proposte in primo grado, in virtù del fatto che i poteri processuali del socio sono correlati alla titolarità in capo alla società del diritto azionato, che non viene meno per effetto dell’iniziativa del sostituto.