INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

Responsabilità dei soci, successiva alla cancellazione della società dal Registro delle Imprese

Corte di Cassazione, sentenza n. 10752/2023

data: 16.07.2023
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni2

Per le società di capitali, il novellato art. 2495, comma 3, c.c., dispone che “dopo la cancellazione i creditori sociali non soddisfatti possono far valere i loro crediti nei confronti dei soci, fino alla concorrenza delle somme da questi riscosse in base al bilancio finale di liquidazione”.

In altre parole, il legislatore ha inteso delineare un meccanismo di tipo successorio, trasferendo i debiti non liquidati della società estinta in capo ai soci, salvo il limite di responsabilità nella medesima norma indicato. Conseguentemente, affinché il socio della società di capitali possa essere obbligato a rispondere verso il creditore sociale non soddisfatto, occorre che lo stesso creditore dia prova della distribuzione dell’attivo e della riscossione di una quota di esso da parte del socio in base al bilancio finale di liquidazione.

Responsabilità dei soci, successiva alla cancellazione della società dal Registro delle Imprese

Corte di Cassazione, sentenza n. 10752/2023

data: 16.07.2023
Area: Societario, Fusioni ed Acquisizioni

Per le società di capitali, il novellato art. 2495, comma 3, c.c., dispone che “dopo la cancellazione i creditori sociali non soddisfatti possono far valere i loro crediti nei confronti dei soci, fino alla concorrenza delle somme da questi riscosse in base al bilancio finale di liquidazione”.

In altre parole, il legislatore ha inteso delineare un meccanismo di tipo successorio, trasferendo i debiti non liquidati della società estinta in capo ai soci, salvo il limite di responsabilità nella medesima norma indicato. Conseguentemente, affinché il socio della società di capitali possa essere obbligato a rispondere verso il creditore sociale non soddisfatto, occorre che lo stesso creditore dia prova della distribuzione dell’attivo e della riscossione di una quota di esso da parte del socio in base al bilancio finale di liquidazione.