INTRANET
Copyright 2020 - Quorum Studio Legale e Tributario Associato - Credits

SPECIALE DECRETO SEMPLIFICAZIONI

Il team di Quorum ha deciso di inaugurare un nuovo canale di approfondimento e divulgazione. Per creare uno strumento rapido ed efficace, si è deciso di creare delle pillole video che possano approfondire gli argomenti di attualità sul diritto.
In questa sezione troverete una serie di video in cui i professionisti affronteranno i temi del momento in tema di leggi, decreti e tributi.
Gli argomenti delle pillole video saranno oggetto di approfondimento nell’ambito dei webinar organizzati sulla piattaforma di formazione online di Giuffré Francis Lefebvre editore. Per iscrizioni: https://shop.giuffre.it/026101592-webinar-il-nuovo-d-l-semplificazioni-bis-tutte-le-novit-.html

SPECIALE DECRETO SEMPLIFICAZIONI

Il team di Quorum ha deciso di inaugurare un nuovo canale di approfondimento e divulgazione. Per creare uno strumento rapido ed efficace, si è deciso di creare delle pillole video che possano approfondire gli argomenti di attualità sul diritto.
In questa sezione troverete una serie di video in cui i professionisti affronteranno i temi del momento in tema di leggi, decreti e tributi.
Gli argomenti delle pillole video saranno oggetto di approfondimento nell’ambito dei webinar organizzati sulla piattaforma di formazione online di Giuffré Francis Lefebvre editore. Per iscrizioni: https://shop.giuffre.it/026101592-webinar-il-nuovo-d-l-semplificazioni-bis-tutte-le-novit-.html

00. Presentazione

a cura di Federico Freni

Il mondo del diritto è tutt’altro che riposante. Noi operatori del diritto siamo chiamati, ogni giorno, a confrontarci con delle novità. Proprio per questo il team di Quorum ha pensato di realizzare una serie di pillole che possano aiutare a capire meglio questo mondo in continua evoluzione.

01. Le procedure di affidamento dei contratti pubblici nel nuovo decreto semplificazioni

a cura di Simona Barchiesi

Il nuovo decreto Semplificazioni conferma l’impostazione dell’omonimo testo del 2020 per le procedure di affidamento dei contratti pubblici, estendendo la disciplina derogatoria e semplificata a tutte le procedure avviate sino al 30 giugno 2023. Cambiano, però, gli importi per le procedure sotto-soglia, sia in relazione all’affidamento diretto, sia con riferimento alla procedura negoziata.

02. Le modifiche al superbonus 110%

a cura di Evaristo Maria Fabrizio

È noto come il “superbonus 110%”, varato ormai più di un anno fa, non abbia avuto il successo sperato: il nuovo decreto semplificazioni, nell’ottica di rimuovere gli ostacoli burocratici alla fruizione dell’agevolazione, ha chiarito che per l’effettuazione dei lavori è sufficiente la CILA ed ha eliminato la necessità di asseverare l’assenza di abusi edilizi sull’immobile oggetto di intervento.

03. Le nuove disposizioni in materia di edilizia sanitaria

a cura di Fausto Gaspari

Il nuovo decreto Semplificazioni, in nome delle ben note necessità di urgenza indotte dalla emergenza epidemiologica da COVID 19, per gli interventi di edilizia sanitaria annoverati nel PNRR ha stabilito che il permesso di costruire possa essere rilasciato in deroga alla disciplina urbanistica ed alle disposizioni di legge statali e regionali in materia di localizzazione delle opere pubbliche.

04. Il nuovo “end of waste”: la cessazione della qualifica di rifiuto

a cura di Gianluca Favaro

Il nuovo decreto semplificazioni interviene in modo rilevante in materia di cessazione della qualifica di rifiuto introducendo, a tal fine, un parere obbligatorio e vincolante dell’ISPRA o dell’ARPA regionale con riferimento ai “criteri dettagliati” che devono essere osservati al fine del rilascio delle autorizzazioni pertinenti e modificando i limiti temporali dell’attività di controllo.

05. Le nuova VIA per le opere previste dal PNRR

a cura di Gianluca Favaro

Il nuovo decreto semplificazioni introduce una procedura speciale che garantirà una accelerazione a tutte le opere di competenza statale previste dal PNRR, istituendo una apposita Commissione che, in sede di rilascio del provvedimento di VIA, sarà tenuta a dare precedenza ai progetti in scadenza e a quelli aventi un comprovato valore economico ed occupazionale.

06. Semplificazioni per le opere strategiche

a cura di Simona Barchiesi

Nel quadro degli interventi previsti dal PNRR, il nuovo decreto Semplificazioni introduce un regime di favore per la realizzazione di alcune opere pubbliche di particolare complessità o di rilevante impatto, stabilendo che i pareri e le autorizzazioni necessarie alla “cantierabilità” dei progetti vengano concentrati ed acquisiti a monte, direttamente sul progetto di fattibilità tecnico-economica.

07. Disposizioni premiali e accelerazione in fase di esecuzione dei contratti pubblici

a cura di Fausto Gaspari

Tra gli obiettivi del nuovo decreto semplificazioni c’è quello di garantire la corretta e tempestiva realizzazione degli interventi previsti nel PNRR: a tal fine sono stati previsti la facoltà di esercitare il potere sostitutivo per addivenire alla stipula del contratto entro un termine dimezzato rispetto a quello ordinario l’efficacia “incondizionata” del contratto già all’atto della stipula e un “premio di accelerazione”.

08. Modifiche al regime ordinario della VIA

a cura di Francesco Oliverio

Il nuovo decreto semplificazioni introduce novità significative alla procedura ordinaria di VIA con l’obiettivo di velocizzare l’iter procedimentale incidendo, sostanzialmente, sulla riduzione dei termini previsti dal codice e stabilendo la natura perentoria dei termini entro i quali l’autorità competente è tenuta a verificare la completezza della documentazione.

09. Accelerazione delle infrastrutture per la produzione di energia da fonti rinnovabili

a cura di Federico Freni

Tra i settori interessati dal nuovo decreto semplificazioni figura il comparto delle infrastrutture per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, con la previsione di un procedimento autorizzatorio “snello” per i progetti autorizzati ma non ancora realizzati, per il repowering e reblading, per l’integrale ricostruzione di impianti esistenti e con la semplificazione dei procedimenti di VIA e di Autorizzazione unica per gli impianti fotovoltaici di potenza fino a 10 MW.

10. Le modifiche alla legge n. 241 del 1990

a cura di Francesco Oliverio

Il nuovo decreto semplificazioni, nell’ottica di contrastare l’inerzia, i ritardi e le inefficienze della Pubblica Amministrazione, è intervenuto su alcuni profili della legge generale sul procedimento amministrativo prevedendo la possibilità di attivazione d’ufficio del potere sostitutivo e quella di ottenere un’attestazione della formazione del silenzio assenso, oltre che la facoltà, in caso di inerzia, di autodichiarare tale circostanza.

11. Le modifiche alla disciplina del subappalto

a cura di Simona Barchiesi

11. Il nuovo decreto semplificazioni interviene sulla disciplina del subappalto eliminando, a partire dal 1 novembre 2021, la soglia limite del 50%, stabilendo al contempo che siano le Stazioni Appaltanti ad individuare le attività non subappaltabili, investendo il subappaltatore della responsabilità solidale e sospendendo, fino al 30 giugno 2023, l’obbligo di indicazione della terna di subappaltatori.

12. Rilancio del Mezzogiorno e riforma delle Zone Economiche Speciali

a cura di Evaristo Maria Fabrizio

Tra le misure messe in campo dal nuovo decreto semplificazioni per il rilancio degli investimenti nel Mezzogiorno, oltre alle modifiche alla perequazione infrastrutturale, va segnalata la riforma delle Zone Economiche Speciali, con il conferimento del potere di Stazione Appaltante al Commissario governativo e la facoltà di affidare in deroga al codice degli appalti e con la previsione di una autorizzazione unica e di meccanismi di silenzio assenso per la localizzazione di attività economiche e produttive.

13. L’appalto integrato

a cura di Fausto Gaspari

Con il nuovo decreto semplificazioni viene prevista la possibilità di procedere, per gli investimenti pubblici finanziati con le risorse del PNRR e per i programmi cofinanziati dai fondi strutturali dell’Unione Europea, all’affidamento congiunto di progettazione ed esecuzione dei lavori sulla base del progetto di fattibilità tecnica ed economica.

14. Le modifiche in materia di VAS

a cura di Evaristo Maria Fabrizio

Il nuovo decreto semplificazioni ha apportato significative modifiche alla disciplina della VAS, imponendo la dematerializzazione dell’iter amministrativo anche in caso di progetti di particolare difficoltà tecnica e, tra le altre innovazioni, precludendo la possibilità di impartire prescrizioni nella fase di verifica di assoggettabilità.

00. Presentazione

a cura di Federico Freni

Il mondo del diritto è tutt’altro che riposante. Noi operatori del diritto siamo chiamati, ogni giorno, a confrontarci con delle novità. Proprio per questo il team di Quorum ha pensato di realizzare una serie di pillole che possano aiutare a capire meglio questo mondo in continua evoluzione.

01. Le procedure di affidamento dei contratti pubblici nel nuovo decreto semplificazioni

a cura di Simona Barchiesi

Il nuovo decreto Semplificazioni conferma l’impostazione dell’omonimo testo del 2020 per le procedure di affidamento dei contratti pubblici, estendendo la disciplina derogatoria e semplificata a tutte le procedure avviate sino al 30 giugno 2023. Cambiano, però, gli importi per le procedure sotto-soglia, sia in relazione all’affidamento diretto, sia con riferimento alla procedura negoziata.

02. Le modifiche al superbonus 110%

a cura di Evaristo Maria Fabrizio

È noto come il “superbonus 110%”, varato ormai più di un anno fa, non abbia avuto il successo sperato: il nuovo decreto semplificazioni, nell’ottica di rimuovere gli ostacoli burocratici alla fruizione dell’agevolazione, ha chiarito che per l’effettuazione dei lavori è sufficiente la CILA ed ha eliminato la necessità di asseverare l’assenza di abusi edilizi sull’immobile oggetto di intervento.

03. Le nuove disposizioni in materia di edilizia sanitaria

a cura di Fausto Gaspari

Il nuovo decreto Semplificazioni, in nome delle ben note necessità di urgenza indotte dalla emergenza epidemiologica da COVID 19, per gli interventi di edilizia sanitaria annoverati nel PNRR ha stabilito che il permesso di costruire possa essere rilasciato in deroga alla disciplina urbanistica ed alle disposizioni di legge statali e regionali in materia di localizzazione delle opere pubbliche.

04. Il nuovo “end of waste”: la cessazione della qualifica di rifiuto

a cura di Gianluca Favaro

Il nuovo decreto semplificazioni interviene in modo rilevante in materia di cessazione della qualifica di rifiuto introducendo, a tal fine, un parere obbligatorio e vincolante dell’ISPRA o dell’ARPA regionale con riferimento ai “criteri dettagliati” che devono essere osservati al fine del rilascio delle autorizzazioni pertinenti e modificando i limiti temporali dell’attività di controllo.

05. Le nuova VIA per le opere previste dal PNRR

a cura di Gianluca Favaro

Il nuovo decreto semplificazioni introduce una procedura speciale che garantirà una accelerazione a tutte le opere di competenza statale previste dal PNRR, istituendo una apposita Commissione che, in sede di rilascio del provvedimento di VIA, sarà tenuta a dare precedenza ai progetti in scadenza e a quelli aventi un comprovato valore economico ed occupazionale.

06. Semplificazioni per le opere strategiche

a cura di Simona Barchiesi

Nel quadro degli interventi previsti dal PNRR, il nuovo decreto Semplificazioni introduce un regime di favore per la realizzazione di alcune opere pubbliche di particolare complessità o di rilevante impatto, stabilendo che i pareri e le autorizzazioni necessarie alla “cantierabilità” dei progetti vengano concentrati ed acquisiti a monte, direttamente sul progetto di fattibilità tecnico-economica.

07. Disposizioni premiali e accelerazione in fase di esecuzione dei contratti pubblici

a cura di Fausto Gaspari

Tra gli obiettivi del nuovo decreto semplificazioni c’è quello di garantire la corretta e tempestiva realizzazione degli interventi previsti nel PNRR: a tal fine sono stati previsti la facoltà di esercitare il potere sostitutivo per addivenire alla stipula del contratto entro un termine dimezzato rispetto a quello ordinario l’efficacia “incondizionata” del contratto già all’atto della stipula e un “premio di accelerazione”.

08. Modifiche al regime ordinario della VIA

a cura di Francesco Oliverio

Il nuovo decreto semplificazioni introduce novità significative alla procedura ordinaria di VIA con l’obiettivo di velocizzare l’iter procedimentale incidendo, sostanzialmente, sulla riduzione dei termini previsti dal codice e stabilendo la natura perentoria dei termini entro i quali l’autorità competente è tenuta a verificare la completezza della documentazione.

09. Accelerazione delle infrastrutture per la produzione di energia da fonti rinnovabili

a cura di Federico Freni

Tra i settori interessati dal nuovo decreto semplificazioni figura il comparto delle infrastrutture per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, con la previsione di un procedimento autorizzatorio “snello” per i progetti autorizzati ma non ancora realizzati, per il repowering e reblading, per l’integrale ricostruzione di impianti esistenti e con la semplificazione dei procedimenti di VIA e di Autorizzazione unica per gli impianti fotovoltaici di potenza fino a 10 MW.

10. Le modifiche alla legge n. 241 del 1990

a cura di Francesco Oliverio

Il nuovo decreto semplificazioni, nell’ottica di contrastare l’inerzia, i ritardi e le inefficienze della Pubblica Amministrazione, è intervenuto su alcuni profili della legge generale sul procedimento amministrativo prevedendo la possibilità di attivazione d’ufficio del potere sostitutivo e quella di ottenere un’attestazione della formazione del silenzio assenso, oltre che la facoltà, in caso di inerzia, di autodichiarare tale circostanza.

11. Le modifiche alla disciplina del subappalto

a cura di Simona Barchiesi

Il nuovo decreto semplificazioni interviene sulla disciplina del subappalto eliminando, a partire dal 1 novembre 2021, la soglia limite del 50%, stabilendo al contempo che siano le Stazioni Appaltanti ad individuare le attività non subappaltabili, investendo il subappaltatore della responsabilità solidale e sospendendo, fino al 30 giugno 2023, l’obbligo di indicazione della terna di subappaltatori.

12. Rilancio del Mezzogiorno e riforma delle Zone Economiche Speciali

a cura di Evaristo Maria Fabrizio

Tra le misure messe in campo dal nuovo decreto semplificazioni per il rilancio degli investimenti nel Mezzogiorno, oltre alle modifiche alla perequazione infrastrutturale, va segnalata la riforma delle Zone Economiche Speciali, con il conferimento del potere di Stazione Appaltante al Commissario governativo e la facoltà di affidare in deroga al codice degli appalti e con la previsione di una autorizzazione unica e di meccanismi di silenzio assenso per la localizzazione di attività economiche e produttive.

13. L’appalto integrato

a cura di Fausto Gaspari

Con il nuovo decreto semplificazioni viene prevista la possibilità di procedere, per gli investimenti pubblici finanziati con le risorse del PNRR e per i programmi cofinanziati dai fondi strutturali dell’Unione Europea, all’affidamento congiunto di progettazione ed esecuzione dei lavori sulla base del progetto di fattibilità tecnica ed economica.

14. Le modifiche in materia di VAS

a cura di Evaristo Maria Fabrizio

Il nuovo decreto semplificazioni ha apportato significative modifiche alla disciplina della VAS, imponendo la dematerializzazione dell’iter amministrativo anche in caso di progetti di particolare difficoltà tecnica e, tra le altre innovazioni, precludendo la possibilità di impartire prescrizioni nella fase di verifica di assoggettabilità.